News

 

ALPHA GEMINI
ALPHA GEMINI
Congiunzione Marte Nettuno, ripresa questa sera dal nostro Astrofilo Andrea Marinelli con una Sony al fuoco diretto di un SC Celestron C11 presso l’Osservatorio Astronomico Elpidiense
ALPHA GEMINI
ALPHA GEMINI
È stata definita la "cometa più spettacolare degli ultimi anni"
Stiamo parlando della cometa 46P/Wirtanen, che si sta avvicinando sempre di più alla Terra e che avrà il suo culmine di luminosità e visibilità ad occhio nudo nei giorni precedenti al 25 Dicembre, per cui è stata battezzata la "cometa di Natale".
Sarà visibile alta nel cielo da metà Dicembre e almeno fino al giorno dell'Epifania, il 6 Gennaio.
Il 16 Dicembre darà il meglio di sé sorgendo ad Est e ponendosi vicina alle Pleiadi (il famoso ammasso stellare formato da 7 stelle visibili e facente parte della costellazione del Toro).
La cometa di Natale sarà piuttosto piccola, infatti avrà un diametro di poco più di 1 km, e purtroppo per una casualità di allineamento con la Terra, non mostrerà la coda che sarà nascosta.
Per cui la vedremo come una stella molto sfuocata, una nebulosa, come un batuffolo di cotone, ma lo spettacolo sarà altrettanto formidabile.
ALPHA GEMINI
ALPHA GEMINI
GRANDE SUCCESSO DELLA MISSIONE INSIGHT
Dalla NASA una immagine del lander InSight sul suolo marziano, dopo essere atterrato con successo su Marte il 26 novembre 2018 alle 20:52 ore italiane.

La Instrument Deployment Camera (IDC), posizionata sul braccio robotico del lander InSight della NASA, ha ripreso questa immagine dalla superficie marziana il 26 novembre 2018, lo stesso giorno in cui il veicolo spaziale è atterrato sul pianeta rosso. Il coperchio trasparente antipolvere della fotocamera è ancora in funzione, in questa immagine, per evitare che le particelle sollevate durante l'atterraggio si depositino sull'obiettivo della fotocamera. Questa immagine è stata trasmessa da InSight alla Terra tramite l'astronave Odyssey della NASA, attualmente in orbita su Marte.

Jet Propulsion Laboratory della NASA, una divisione di Caltech a Pasadena, in California, gestisce il progetto InSight per la Direzione della missione scientifica della NASA, a Washington. Lockheed Martin Space, Denver, Colorado ha costruito la navicella spaziale. InSight fa parte del Discovery Program della NASA, gestito dal Marshall Space Flight Center della NASA a Huntsville, in Alabama.

Per ulteriori informazioni sulla missione, vai su https://mars.nasa.gov/insight.
ALPHA GEMINI
ALPHA GEMINI
Una bellissima foto della Grande Nebulosa di Orione, realizzata dal nostro Astrofilo Leonardo Tartufoli.
M42 riprese a Montegallo con il rifrattore ED Vixen 130, elaborata da Stefano Palmieri di Roma, pose da 5 min, 1min, 20 sec e 5sec . Premetto che in totale non era 1 ora a 1000 ISO.
ALPHA GEMINI
ALPHA GEMINI ha condiviso la foto di Appassionati Italiani di Astronomia.
Cometa “46P/Wirtanen”
A dicembre visibile a occhio nudo con una chioma 2 volte la Luna
Redazione ANSA ROMA 05 novembre 2018

Prima immagine scattata dall'Italia della cometa di Natale 46P/Wirtanen, che passerà a soli 11,5 milioni di chilometri dalla Terra. A realizzarla l'Unione Astrofili Italiani (Uai) con un telescopio robotico in Australia nell'ambito della mappatura mensile. In mostra solo nell'emisfero Sud, la cometa promette di diventare così brillante da essere visibile a occhio nudo. L'immagine è stata scattata il 31 ottobre.
"Per osservarla - ha spiegato all'ANSA l'autore dello scatto Rolando Ligustri, dell'Uai - ho dovuto usare un telescopio dell'emisfero australe, perché la cometa è quasi invisibile al momento per essere fotografata dall'emisfero Nord. Si trova, infatti, molto bassa sull'orizzonte, nella costellazione della Fornace", ha aggiunto.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
ALPHA GEMINI
ALPHA GEMINI
Una recente foto della cometa 21P Giacobini-Zinner in transito vicino all’ammasso aperto M37 nella costellazione dell’Auriga, realizzata dal nostro Astrofilo Mattia Ciccola nella notte tra il 10 e l’11 settembre.

La foto è la somma di 30 pose da 45 secondi a 800 ISO. Canon EOS 650D su SkyWatcher 130/650 PDS è SkyWatcher EQ6 PRO. Elaborazione con PixInsight e Photoshop.

La cometa 21P Giacobini-Zinner e l’ammasso aperto M37 nella costellazione dell’Auriga fotografati dal nostro astrofilo Mattia Ciccola.

In questi giorni, la cometa si trova alla minima distanza dalla Terra e dal Sole, nella costellazione dell’Auriga. La cometa è stata scoperta nel 1900 dall’astronomo Michel Giacobini e di nuovo osservata nel 1913 da Ernst Zinner.
Si tratta di una cometa gioviana, durante la sua rivoluzione attorno al Sole, infatti, non si allontana mai molto al di fuori dell'orbita di Giove. E ogni sei anni e mezzo torna, arrivando al perielio (la minima distanza dal Sole) a una distanza di circa 150 milioni di chilometri.

M37 (noto anche come NGC 2099) è un ammasso aperto visibile nella costellazione dell'Auriga. M37 è il più luminoso degli ammassi dell'Auriga, nonché particolarmente ricco di componenti, per essere un ammasso aperto; conta almeno 170 stelle fino alla tredicesima magnitudine, mentre fino alla quindicesima grandezza queste diventano oltre mezzo migliaio.